Planisfero Castiglioni

Il documento cartografico del primo viaggio intorno al mondo

Visualizza il Planisfero Castiglioni su FacsimileFinder.com


Galleria

C.G.A.12
Biblioteca Estense, Modena (Italia)

Mappa su pergamena, Siviglia, 1525, 81,5 × 214 cm, commentario in italiano e cofanetto. 499 esemplari. Abstract in inglese e tedesco.

Distributore Ufficiale per le Istituzioni su incarico de
Il Bulino - edizioni d'arte, Modena (Italy)
Stacks Image 2102
€1.000 (Prezzo di listino)
Sconto considerevole per Istituzioni Culturali.
«Carta del navegare universalissima et diligentissima», 1525
Baldassarre Castiglioni, nunzio apostolico

Il Planisfero Castiglioni è una grande carta nautica, tracciata su quattro pergamene congiunte per complessivi 81,5 × 214 cm. Nel titolo originario, il primo aggettivo sta a indicare la descrizione del mondo conosciuto a tutto il 1525 e il secondo la particolare cura tecnica usata dal cartografo. La carta è attribuita a Diego Ribeiro, «piloto maior» della Casa de Contratación di Siviglia – ufficio della corona spagnola deputato a redigere le innovazioni derivanti dalle scoperte geografiche – ed è considerata di eccezionale interesse in quanto per prima documenta visivamente le teorie sulla sfericità della terra.

Una geocarta autorevole

Il documento scaturisce da un ambiente culturale di altissimo livello, produttore di carte non divulgative, bensì destinate al controllo dei commerci con le Indie: le carte di mano di Ribeiro, di cui il Planisfero è uno degli esempi più antichi, facevano capo a un archetipo, chiamato Padrón Real. Secondo la tradizione, la carta fu donata dall’imperatore Carlo V a Baldassarre Castiglioni, nunzio apostolico in Spagna e autore del celebre Cortegiano; ai conti Castiglioni di Mantova rimase fino al 2000, quando lo Stato la acquistò per restituirlo alla Biblioteca modenese.

L’edizione in facsimile
Mare Mediterraneo, ritratto nel Planisfero Castiglioni

Il Planisfero è stato collocato in una bacheca creata artigianalmente per essere esposta, nella Biblioteca Estense Universitaria, accanto ad altri fondamentali cimeli cartografici nell’ambito dell’evento espositivo-editoriale "Alla scoperta del mondo. L’arte della cartografia da Tolomeo a Mercatore" (gennaio-maggio 2002). Il Planisfero Castiglioni è stato oggetto di un approfondito studio storico-scientifico (Ernesto Milano), completo di trascrizione e individuazione dei toponimi (Annalisa Battini), pubblicato nel commentario all’edizione in facsimile, patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e curata da Roberto Bini per la co-produzione Il Bulino/Biblioteca Estense Universitaria. Tiratura esclusiva mondiale di 499 esemplari numerati e certificati.